Viaggiare con Twain lungo il Mississippi

È una navigazione di 1800 chilometri quella narrata da Twain nelle Avventure di Huckleberry Finn del 1884. Si snoda lungo il corso del Mississippi dall’Illinois al Missouri sino all’Arkansas: un tragitto ben noto all’autore, che in gioventù aveva pilotato i battelli a vapore sul “grande fiume”.

Ideale prosecuzione delle Avventure di Tom Sawyer, il romanzo se ne distingue per la scelta della prima persona e per l’appartenenza al genere picaresco.
A raccontare, in un linguaggio non letterario, le proprie vicende rocambolesche o spassose, è un adolescente ribelle, che mal sopporta sia le violenze del padre alcolista che i tentativi dei benpensanti di addomesticarlo civilizzarlo.

Di qui la sua partenza dalla città natale – in compagnia di Jim, uno schiavo fuggiasco – e l’odissea che lo conduce ad attraversare e abbandonare il Midwest e a incontrare, tra continui colpi di scena, una galleria di personaggi eccentrici e bizzarri: tra cui si distinguono il duca e il re, due imbroglioni malavitosi che millantano una discendenza nobiliare (o addirittura regale) e vivono senza scrupoli, di espedienti, con trovate esilaranti e ingegnose. 

La prosa di Twain sfoggia una divertente leggerezza, che alcuni critici hanno definito amorale, mentre altri hanno rilevato la struttura episodica che trasforma l’intero romanzo in una collezione di racconti. Ma di entrambi gli aspetti era consapevole lo scrittore, quando apriva la propria narrazione con questo breve AVVISO

Chiunque tenti di trovare un movente in questa narrazione verrà processato a termini di legge; chiunque tenti di trovarvi una morale verrà bandito; chiunque tenti di trovare una trama verrà fucilato.

Nondimeno, Twain ci dice molto sull’America di metà Ottocento e sulla tradizione culturale statunitense. È significativo che tra gli adulti l’unica figura positiva sia quella di Jim, il nero che sogna di raggiungere l’Ohio per poter finalmente lavorare in libertà e riscattare la propria famiglia; ed è interessante osservare come Huck riesca (pur con difficoltà) a superare il pregiudizio schiavista e razzista che gli è stato trasmesso.

Nel contempo, egli incarna un’immagine destinata a diventare quasi archetipica nella letteratura e nel cinema statunitense: l’individuo che evade dalla società nei vasti spazi della natura, refrattario alle regole e alle leggi, amante della vita libera e avventurosa, rozzo e selvaggio ma umanissimo nella sua ingenuità. Ne è una conferma il parere espresso da Hemingway in Verdi colline d’Africa (e condiviso da Eliot e da Fitzgerald):

Tutta la letteratura americana moderna viene fuori da un libro di Mark Twain: Huckleberry Finn […] È il nostro libro più bello, e tutto quanto è stato scritto in America viene di lì: prima non c’è niente e dopo niente che lo valga.

Continua a leggere

Scrivi tu

Benvenuto!
Il blog Il folle volo è uno spazio aperto.
Inviaci segnalazioni di “Luoghi” letterari nella tua zona o di eventi che hanno a che fare con il mondo della Letteratura, oppure carica articoli o presentazione di esperienze didattiche sui temi trattati dal blog.
Compila il form sottostante e allega il tuo contributo.
Gli autori e la redazione del blog valutano tutte le immagini e i testi che vengono inviati a Il folle volo.
Se il tuo contributo verrà ritenuto idoneo, riceverai una mail che ti avviserà della pubblicazione nel nostro blog.

N.B. Queste liberatorie sono necessaria per consentirci di analizzare il tuo contributo ed, eventualmente, procedere con la pubblicazione. Spunta entrambe le caselle per procedere con l’invio del materiale.

Ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679, ti informiamo che i tuoi dati personali saranno trattati solo per eventuale ricontatto in caso di pubblicazione nel blog del materiale da te inviato.
Se hai meno di 14 anni non puoi registrarti né fornire relative autorizzazioni (D.Lgs. 10/8/2018 n. 101).
Inviando il seguente messaggio dichiaro di aver letto l’informativa privacy

Sei un docente e vuoi rimanere in contatto con noi in modo da essere informato sulle iniziative e sulle proposte di SEI per il mondo della scuola?
Vedi la nostra informativa completa cliccando qui e poi indica cosa preferisci

Sì, ho letto l’informativa e voglio rimanere in contatto con SEINo, non sono interessato

Ricorda che se cambi idea, ti puoi cancellare dal servizio in qualunque momento cliccando sull’apposito link che troverai in ogni comunicazione ricevuta.