Leggere e interpretare alcune novelle verghiane: un lavoro a gruppi

Uno degli obiettivi fondamentali dell’educazione linguistica e letteraria nella scuola secondaria di II grado è certamente l’acquisizione di solide competenze di comprensione e analisi di testi letterari anche lunghi e complessi; in particolare, è importante che gli studenti diventino sempre più autonomi ed indipendenti dalla guida dell’insegnante (e del manuale): per questo è opportuno proporre alla classe delle attività specifiche in cui gli studenti si attivino in prima persona nello svolgimento dell’analisi testuali. 

Una buona palestra per questo tipo di attività possono essere, ad esempio, alcune fra le più celebri novelle verghiane. Dopo aver introdotto l’autore e letto ed analizzato in classe almeno una novella attraverso cui esemplificare le innovative tecniche narrative di Verga e le tematiche principali – ottima è, in tal senso, Rosso Malpelo – si può proporre un lavoro di gruppo, della durata di circa due ore, in cui gli studenti si cimentino nell’analisi di altri testi. Divisa la classe in gruppi di 2, 3 o 4 persone, si assegnerà a ciascun gruppo una novella, corredata da una scaletta che li aiuti ad orientarsi. 

Si propongono qui le scalette di analisi delle novelle La lupaLa roba e Libertà

La lupa, da Vita dei campi 

Il narratore e lo stile 
  • Che tipo di narratore è e quale punto di vista adotta? Da quali elementi lo si capisce (individuane alcuni nel testo)? 
  • Che tipo di linguaggio è usato (individuane esempi nel testo)? È un linguaggio mimetico o no? Per quali motivi? 
La struttura e il tempo del racconto
  • Come si alternano sequenze di diverso tipo? Quale ritmo danno alla vicenda? 
  • È percepibile la durata nel tempo della vicenda? 
  • Rifletti sull’uso delle ellissi. 
Il personaggio principale: la Lupa 
  • Che caratteristiche ha? Da quale punto di vista viene presentata? 
  • Come manifesta i propri sentimenti? 
  • Che rapporto ha con gli altri personaggi e con il mondo di cui fa parte? 

La roba, da Novelle rusticane 

La descrizione delle terre e della “roba” di Mazzarò 
  • È una descrizione oggettiva o soggettiva? Da quale punto di vista è presentata? 
  • Quali tecniche narrative sono utilizzate (individuane degli esempi nel testo)? Che effetto producono? 
Il protagonista 
  • Da chi viene descritto Mazzarò? Perché? 
  • Quali sono le sue caratteristiche? Ci sono elementi che ritornano con insistenza? 
  • Come è narrata l’ascesa economica di Mazzarò? È anche un’ascesa sociale? 
La “religione” della roba 
  • Che differenza c’è tra roba e ricchezza? 
  • È possibile affermare che Mazzarò si identifichi con la roba e che la roba stessa sia personificata? 
  • Perché la morte di Mazzarò è la resa dei conti delle scelte di una vita? 

Libertà, da Novelle rusticane 

Il narratore 
  • Che tipo di narratore e punto di vista sono adottati? Il punto di vista è fisso o variabile (individua nel testo gli elementi che permettono di stabilirlo)? 
  • Che linguaggio è utilizzato (individuane degli esempi)? 
La struttura del testo 
  • Rifletti sulle fasi della vicenda, la durata dell’azione e il ritmo narrativo: come viene segnalato il passaggio da un momento all’altro? C’è un punto culminante del racconto? 
  • Come si alternano narrazione e descrizione? 
Temi e motivi 
  • Qual è il rapporto tra galantuomini e berretti
  • Rifletti sul contrasto tra violenza della rivolta e inerzia successiva. 
  • Qual è il rapporto tra “libertà” e “giustizia”? 

Al momento della divisione in gruppi, si avrà l’accortezza di assegnare le novelle in modo che almeno due gruppi lavorino sullo stesso testo: ogni gruppo lavorerà sulla propria novella per circa 45 minuti, appuntando le proprie osservazioni. Al termine di questo primo momento di lavoro, i gruppi che hanno analizzato la stessa novella si confronteranno tra loro (massimo 30 minuti), condividendo le osservazioni per arrivare a delle conclusioni comuni e condivise – in caso di dubbi, difficoltà o discordanze, l’insegnante interverrà per aiutare a sciogliere la questione. 
Al termine, ciascun gruppo allargato presenterà oralmente alla classe, in circa 15 minuti ciascuno, gli esiti dell’analisi comune. 

Potrà anche essere richiesto di mettere per iscritto l’analisi della propria novella e condividere questo materiale con il resto della classe attraverso i canali consueti (email, piattaforme online…). 

N.B.: Le attività in gruppo possono essere svolte anche in modalità a distanza, utilizzando diverse “stanze” di Google Meet, Zoom o Teams. 

Continua a leggere

Scrivi tu

    Benvenuto!
    Il blog Il folle volo è uno spazio aperto.
    Inviaci segnalazioni di “Luoghi” letterari nella tua zona o di eventi che hanno a che fare con il mondo della Letteratura, oppure carica articoli o presentazione di esperienze didattiche sui temi trattati dal blog.
    Compila il form sottostante e allega il tuo contributo.
    Gli autori e la redazione del blog valutano tutte le immagini e i testi che vengono inviati a Il folle volo.
    Se il tuo contributo verrà ritenuto idoneo, riceverai una mail che ti avviserà della pubblicazione nel nostro blog.

    N.B. Queste liberatorie sono necessaria per consentirci di analizzare il tuo contributo ed, eventualmente, procedere con la pubblicazione. Spunta entrambe le caselle per procedere con l’invio del materiale.

    Ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679, ti informiamo che i tuoi dati personali saranno trattati solo per eventuale ricontatto in caso di pubblicazione nel blog del materiale da te inviato.
    Se hai meno di 14 anni non puoi registrarti né fornire relative autorizzazioni (D.Lgs. 10/8/2018 n. 101).
    Inviando il seguente messaggio dichiaro di aver letto l’informativa privacy

    Sei un docente e vuoi rimanere in contatto con noi in modo da essere informato sulle iniziative e sulle proposte di SEI per il mondo della scuola?
    Vedi la nostra informativa completa cliccando qui e poi indica cosa preferisci

    Sì, ho letto l’informativa e voglio rimanere in contatto con SEINo, non sono interessato

    Ricorda che se cambi idea, ti puoi cancellare dal servizio in qualunque momento cliccando sull’apposito link che troverai in ogni comunicazione ricevuta.