L’altro Foscolo in viaggio con Sterne. La traduzione del Sentimental Journey

Ridere viaggiando. Potrebbe essere questa la “fascetta di copertina” del Viaggio sentimentale di Laurence Sterne, adatta a segnalarne in sintesi i toni e i contenuti: una collezione di aneddoti, storielle o scenette spassose, battute scherzose o provocatorie e pensieri al limite del paradosso, che accompagnano l’itinerario compiuto (da Calais alla Savoia attraverso Parigi) da Yorick, il giovane protagonista inglese.

 Ciò che ancora sorprende è che a tradurre quel libro in Italia sia stato Ugo Foscolo, l’autore delle Ultime lettere di Jacopo Ortis, romanzo tutt’altro che comico o leggero, ed anzi tragico, passionale, struggente. La contraddizione pare insanabile, ma com’è noto la sua spiegazione fu fornita dallo stesso Foscolo, che nell’edizione italiana del Viaggio inventò per sé stesso non soltanto uno pseudonimo – Didimo Chierico – ma un vero e proprio personaggio. L’opposto del giovane Ortis, o forse la sua anima razionale: un signore flemmatico e distaccato, esperto della vita e taciturno, ironico ma compassionevole.

Ritorna quindi anche in Foscolo il tema del doppio e dell’alterego, che attraversa le letterature europee a partire dal Don Chisciotte di Cervantes. Ma il testo di Sterne appariva originale anche nell’ambito della letteratura di viaggio, un genere che nel Settecento era andato acquistando larga diffusione: si trattava, in questo caso, di un racconto che non forniva descrizioni o notizie sui luoghima esclusivamente sugli incontri, privilegiando quelli più bizzarri e divertenti (un percorso sentimentale in quanto concentrato sull’esperienza soggettiva del viaggiatore).

Al centro dell’interesse non è più la conoscenza storico-geografica o scientifica ma quella dell’umanità; e il tratto dominante nell’osservatore è un sorridente buonumore, per cui egli commisera i viaggiatori cui manca “la parte spiritosa del sangue”: “Compiango l’uomo che può viaggiare da Dan a Bersabea [località collocate agli antipodi nella Bibbia] ed esclama: Tutto è infecondo”. Non manca neppure il riferimento a un paio di autori di quel tipo, nascosti sotto stravaganti pseudonimi ma riconoscibili dai contemporanei:

Laurence Sterne

Per Smelfungus, malato di ipocondria, “ogni oggetto, da cui passava, era scolorato e deforme”, mentre “Mundungusc e la sua sterminata opulenza percorsero tutto il gran giro [il grand tour] andando da Roma a Napoli, da Napoli a Venezia, da Venezia a Vienna, a Dresda, a Berlino: e non riportò la rimembranza d’una sola generosa amicizia, né un solo piacevole aneddoto da raccontar sorridendo.

Quel talento – la capacità di raccontar sorridendo – non era mancato allo Sterne neanche nelle pagine del Tristram Shandy (The life and opinions of Tristram Shandygentleman), il suo capolavoro. E da quel “vecchio prete” – come amava definirlo – Foscolo trasse lo spunto per costruirsi, nei panni del Didimo traduttore e del suo Yorik, una personalità alternativa; e strappare al lettore non più le lacrime ma il sorriso.

Continua a leggere

Scrivi tu

    Benvenuto!
    Il blog Il folle volo è uno spazio aperto.
    Inviaci segnalazioni di “Luoghi” letterari nella tua zona o di eventi che hanno a che fare con il mondo della Letteratura, oppure carica articoli o presentazione di esperienze didattiche sui temi trattati dal blog.
    Compila il form sottostante e allega il tuo contributo.
    Gli autori e la redazione del blog valutano tutte le immagini e i testi che vengono inviati a Il folle volo.
    Se il tuo contributo verrà ritenuto idoneo, riceverai una mail che ti avviserà della pubblicazione nel nostro blog.

    N.B. Queste liberatorie sono necessaria per consentirci di analizzare il tuo contributo ed, eventualmente, procedere con la pubblicazione. Spunta entrambe le caselle per procedere con l’invio del materiale.

    Ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679, ti informiamo che i tuoi dati personali saranno trattati solo per eventuale ricontatto in caso di pubblicazione nel blog del materiale da te inviato.
    Se hai meno di 14 anni non puoi registrarti né fornire relative autorizzazioni (D.Lgs. 10/8/2018 n. 101).
    Inviando il seguente messaggio dichiaro di aver letto l’informativa privacy

    Sei un docente e vuoi rimanere in contatto con noi in modo da essere informato sulle iniziative e sulle proposte di SEI per il mondo della scuola?
    Vedi la nostra informativa completa cliccando qui e poi indica cosa preferisci

    Sì, ho letto l’informativa e voglio rimanere in contatto con SEINo, non sono interessato

    Ricorda che se cambi idea, ti puoi cancellare dal servizio in qualunque momento cliccando sull’apposito link che troverai in ogni comunicazione ricevuta.